ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Portogallo: continuano le operazioni di soccorso

Lettura in corso:

Portogallo: continuano le operazioni di soccorso

Dimensioni di testo Aa Aa

Le fiamme sono divampate ieri nell’area di Pedrógão Grande, 50 km a sud-est di Coimbra, a circa 150 chilometri di Lisbona.

Si tratta di uno dei più gravi incendi della storia del Paese.

A una decina di chilometri dalla zona, teatro dell’incendio costato la vita a 62 persone, volontari e Protezione Civile lavorano a pieno regime per dare assistenza ai sopravvissuti.

Il Comandante delle operazioni di soccorso, Elísio Oliveira:

“Ci sono luoghi in cui non abbiamo ancora accesso: il fatto che non ci siano condizioni idonee alle nostre operazioni aeree rende questa lotta davvero ingiusta, continueremo le nostre operazioni per tutto il giorno, mantenendo la mobilitazione di più di 900 operatori sul territorio”.

Ben 47 persone son morte nell’unico tratto di strada della IC8: di queste, 30 carbonizzate all’interno della propria auto, altre 17 mentre cercavano di fuggire a piedi.

Un insieme di condizioni particolarmente sfavorevoli ha reso possibile la tragedia: un fulmine, il basso tasso d’umidità nell’aria e la presenza di forti venti che hanno favorito l’estrema rapidità del propagarsi delle fiamme.

Filipa Soares, euronews:

“Questa zona centrale del Portogallo è ancora avvolta da una nube di cenere e si può anche sentire un forte odore di bruciato: c‘è una sorta di pioggia di scintille che ostacola non solo la respirazione, ma anche la permanenza per un lungo periodo all’aria aperta senza iniziare a lacrimare”.