ULTIM'ORA

Lettura in corso:

La polizia di Londra: "I morti sono più di 58"


Regno Unito

La polizia di Londra: "I morti sono più di 58"

A cinque giorni dall’incendio che ha distrutto la Grenfell Tower di Londra mietendo almeno 58 vittime è ufficiale: il rivestimento era fatto di un materiale proibito nel Regno Unito. Lo ha detto il ministro britannico dell’Ecomomia, Philip Hammond. Non solo: la conta dei morti salirà, lo ha fatto sapere il comandante della polizia di Londra Stuart Cundy annunciando una revisione della cifra ad horas.
Il sindaco di Londra Sadiq Khan non usa mezzi termini e parla di sciagura che “poteva essere evitata” ma anche della rabbia di una comunità che ha la sensazione di “essere stata maltratatta perché alcuni di loro sono poveri”.
Il vescovo di Kensington Graham Tomlin ha detto: “Penso che ci sia stata una vera lotta per ottenere un buon coordinamento tra il consiglio locale e il governo. Ma dobbiamo ancora aspettare per vedere se seguiranno azioni: le parole sono buone, le azioni sono migliori e attendiamo per vedere cosa succederà”.
120 famiglie sono rimaste senza casa e il governo britannico ha deciso di versare subito 5.500 sterline a ognuna di loro. L’impopolarità di Theresa May, oggetto di critiche per aver trattato con distacco la tragedia, cresce anche dentro il suo partito, con 10 deputati tories che valutano la sfiducia. Intanto Jeremy Corbyn, leader del Partito Laburista, insiste sulla proposta di ospitare gli sfollati nelle case londinesi di proprietà di speculatori immobiliari attualmente sfitte.