ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Calca Torino, muore Erika

Non ce l'ha fatta la 38enne di Domodossola colpita da infarto

Lettura in corso:

Calca Torino, muore Erika

Dimensioni di testo Aa Aa

Non ce l’ha fatta Erika, la 38enne di Domodossola che era stata colpita da infarto nel fuggi fuggi in piazza San Carlo a Torino la sera del 3 giugno scorso durante la proiezione della finale di Champions League. Nell’ultimo bollettino diramato nel pomeriggio di giovedì, i medici del San Giovanni Bosco, dove Erika era ricoverata, avevano lasciato davvero poche speranze. Le sue condizioni erano apparse gravissime da subito e non erano mai migliorate. I genitori hanno espresso la volontà di donare gli organi. Immediato l’annuncio del sindaco, Chiara Appendino, di proclamare lutto cittadino per il giorno dei funerali.
Il bilancio della calca era di 1527 feriti. Con la morte di Erika potrebbero cambiare le ipotesi di reato attribuite ad ignoti e passare da lesioni personali gravissime a omicidio colposo. Il giorno prima della morte di Erika il piccolo Kelvin, bimbo di otto anni rimasto gravemente ferito nella calca, era stato dimesso.