ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Brexit: gli eurodeputati chiedono chiarezza


Redazione di Bruxelles

Brexit: gli eurodeputati chiedono chiarezza

Forti del momento di difficoltà politica in cui si trova il governo britannico, i dirigenti europei chiedono al Regno unito di scoprire le sue carte sulla strategia per l’uscita dall’ UE. Da Strasburgo gli eurodeputati incalzano: sulla Brexit non c‘è tempo da perdere

“Spero che i negoziati possano iniziare il più veloce possibile – ha affermato il negoziatore per la Brexit al Parlamento europeo Guy Verhofstadt – spero che possano iniziare la prossima settimana. E’ assolutamente necessario metter fine all’incertezza che da mesi accompagna i cittadini. Sia i cittadini britannici che quelli dell’Unione europea”

Oltre la Manica regna la confusione. Con una maggioranza debole in parlamento, Theresa May potebbe avere del filo da torcere per portare avanti i negoziati:

“Il Primo Ministro è sempre stato chiaro – afferma il deputato conservatore Syed Kamall- non ha mai apprezzato i termini come “Brexit dura “, “Brexit morbida e “Brexit pulita”. Ha sempre detto “ voglio la miglior Brexit”. Alcuni vogliono una Brexit meno traumatica, altri non vogliono affatto che il Regno Unito esca dall’Unione europea, altri ancora preferiscono una Brexit dura senza alcun accordo.
Credo che è necessario un accordo quindi vediamo, cerchiamo di ottenere la migliore Brexit per l’UE e per il Regno Unito”.

Come spiega la nostra corrispondente da Strasburgo, la scadenza per i negoziati è molto importante perché il Parlamento europeo dovrà dare l’approvazione finale all’accordo sulla Brexit. Il termine per concluderla è marzo 2019, in quanto le elezioni europee si terranno a giugno dello stesso anno e nessun deputato britannico dovrà essere eletto.

Redazione di Bruxelles

Ha solo 30 anni ma è già storia: tanti auguri Erasmus!