ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Comunali: M5S fuori dal ballottaggio nelle grandi città

Lettura in corso:

Comunali: M5S fuori dal ballottaggio nelle grandi città

Dimensioni di testo Aa Aa

È una batosta sonora quella subita dal Movimento 5 Stelle che nelle elezioni comunali resta fuori da tutti i capoluoghi di regione e dalle grandi città. Ieri 9 milioni di elettori si sono recati alle urne per elleggere i sindaci di 1004 comuni sul territorio nazionale, inclusi 4 capoluoghi: Palermo, Genova, Catanzaro e L’Aquila.

Nella città di Grillo al ballottaggio del 25 giugno ci saranno i candidati del centrodestra, Marco Bucci e del centrosinistra, Gianni Crivello. Genova era forse il test più importante per il M5S: candidati sia Marika Cassimatis come indipendente che il pentastellato Luca Pirondini, imposto dall’alto dopo che Cassimatis si era vista revocare la candidatura dallo stesso Grillo.

Altro smacco importante quello di Parma dove passa al ballottaggio l’ex-Cinque stelle Pizzarotti che si è presentato da indipendente con sinistra italiana e radicali e che affronterà il candidato del centro sinistra. Il Partito Democratico ha la non grassa consolazione di veder indietreggiare i grillini che l’anno scorso avevano conquistato Roma e Torino.

L’unica vittoria netta del centro sinistra è quella di Leoluca Orlando che a Palermo ha sfiorato la vittoria al primo turno incassando quasi il 48%. Altro dato significativo, l’affluenza in forte calo: 60% rispetto al 67% nel 2012.