ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Qatar sempre più isolato: ritorsioni anche da Mauritania e Giordania

Lettura in corso:

Qatar sempre più isolato: ritorsioni anche da Mauritania e Giordania

Dimensioni di testo Aa Aa

Continua ad accentuarsi l’isolamento del Qatar dopo la decisione dei principali Paesi del Golfo di rompere le relazioni diplomatiche con Doha. La Mauritania e la Giordania si uniscono ad Arabia Saudita, Yemen, Egitto nell’adottare misure di ritorsione verso la monarchia accusata di dare appoggio al terrorismo. “Il governo della Repubblica Islamica della Mauritania ha deciso di rompere le relazioni diplomatiche con lo Stato del Qatar” accusandolo “di sostenere organizzazioni terroristiche e promuovere idee estremiste” si legge nel comunicato diffuso dal Ministero degli Esteri della Mauritania.

Dal canto suo la Giordania ha annunciato di aver ridotto il livello della propria rappresentanza diplomatica in Qatar e di aver cancellato l’autorizzazione alla sede giordana di Al Jazeera. Il portavoce del governo di Amman Mohammed Momani ha detto che la decisione è stata presa per assicurare la stabilità regionale, coordinare le politiche con i Paesi Arabi e per “mettere fine alla crisi nella nostra regione”.

Accuse che non reggono secondo il Ministro degli Esteri della famiglia regnante Al Thani: “E’ evidente l’esistenza di una campagna condotta dagli ambasciatori dei Paesi vicini per colpire il Qatar, costruendo false accuse sul presunto finanziamentio al terrorismo” ha detto.

Ondivaga la posizione dell’amministrazione Trump che da prima ha lodato la scelta di isolare il Paese e ha poi fatto appello all’unità dei Paesi nella regione. Heather Nauert, portavoce del Dipartimento di Stato Americano: “Riconosciamo che il Qatar ha fatto notevoli sforzi per cercare di fermare il finanziamento di gruppi terroristici, anche colpendo i sospetti finanziatori, congelando i loro bene e introducendo controlli rigorosi sul sistema bancario. Tuttavia va detto chiaramente che a fronte di questi progressi, resta ancora molto lavoro da fare”.

La grave crisi diplomatica tra i Paesi del Golfo scoppia a due settimane dalla visita di Trump nella regione. Il Qatar ospita un’importante base militare americana.