ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Bruxelles rivela il maxi-piano per creare una difesa europea


Redazione di Bruxelles

Bruxelles rivela il maxi-piano per creare una difesa europea

Droni, aerei per il rifornimento in volo e sistemi di decriptaggio: mercoledì la Commissione europea ha reso noto un progetto di difesa comune che punta a un investimento di 5 miliardi e mezzo di euro all’anno in ricerca e sviluppo di tecnologie militari. Con la Brexit all’orizzonte e i dubbi sull’affidabilità degli Stati Uniti, Bruxelles si prepara a difendersi da sola

“Si tratta di massimizzare il valore aggiunto che l’Unione europea può apportare agli Stati membri per la sicurezza e la difesa”, ha affermato il capo della diplomazia europea Federica Mogherini. Ciò avviene attraverso una maggiore cooperazione nel campo della ricerca e dello sviluppo delle capacità, ma anche attraverso le nostre missioni ed operazioni militari e civili “

Si prevede un investimento iniziale di 90 milioni di euro dal bilancio comunitario entro il 2019, fino a raggiungere 1,5 miliardi per 2021 a cui si potranno aggiungere finanziamenti nazionali da parte di paesi interessati a sviluppare progetti comuni:

“Utilizzeremo le risorse finanziarie dell’UE per il finanziamento di prototipi, perciò è necessario che vi siano almeno tre imprese di almeno due paesi che possano impiegare risorse e concedere fondi per la costruzione di prototipi comuni”, ha spiegato il commissario europeo agli investimenti.

Il piano per una difesa europea trova giustificazione nelle previsioni dell’articolo 43 del trattato di Lisbona, che consente l’utilizzo di mezzi civili e militari in operazioni umanitarie e di disarmo. Al momento l’UE è impegnata in missioni di pace per la stabilizzazione dei territori post conflitto ed il supporto di paesi terzi nella lotta contro il terrorismo nei loro confini.

Redazione di Bruxelles

Elezioni britanniche: riprende la battaglia elettorale senza esclusioni di colpi