ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

L'attentato di Londra diventa politico

I leader dei due principali partiti politici usano quel che è accaduto sabato per fini elettorali

Lettura in corso:

L'attentato di Londra diventa politico

Dimensioni di testo Aa Aa

Dopo l’attentato di Londra, l’identificazione dei tre killer del commando e i fermi effettuati dalle forze dell’ordine, nel Regno Unito a due giorni dalla legislative è il momento delle polemiche politiche.
Mel mirino la premier Theresa May che ha chiesto una revisione dell’operato della polizia e dei servizi segreti. Quella stessa polizia che negli ultimi anni ha subito tagli di organico

“Abbiamo avuto tre terribili attacchi terroristici negli ultimi tre mesi – ha detto la May – abbiamo visto la polizia e i servizi segreti sventare cinque attacchi. Quel che dobbbiamo fare è vedere come la minaccia si sta evolvendo. E si sta evolvendo. Il terrorismo viene allevato dal terrorismo”.

La replica del leader labourista non si è fatta attendere. Per Corbyn la responsabilità dell’attuale situazione è della premier che per sei anni, nel governo Cameron, ha occupato gli Interni.

“Sono state fatte chiamate da molte persone responsabili – ha dichiarato Corbyn – molto preoccupate dal fatto che lei fosse ministro dell’Interno in quel periodo. Presiedendo ai tagli fatti agli effettivi di polizia. Adesso dice che abbiamo un problema. Sì, in effetti abbiamo un problema, non avremmo dovuto tagliare gli effettivi di polizia”.

In sei anni il numero di agenti è sceso di ventimila unità. Mentre molti cittadini pensano non sia una buona idea sfruttare l’attentato per scopi politici.

“Quel che è accaduto è una tragedia – dice un passante – e davvero non dovrebbe essere usata come una questione politica per cercare di portare avanti la campagna. Non credo sia da fare”.

Da sabato sicurezza e minaccia del terrorismo sembrano essere diventate le chiavi di lettura della campagna elettorale. La polizia intanto ha già deciso che giovedì i seggi saranno sottoposti a misure straordinarie per garantire la tranquillità di tutti i votanti.