ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Juncker attenua le parole di Trump sui 'tedeschi cattivi'

A Taormina il Presidente della Commissione Europea attenua le parole di Trump

Lettura in corso:

Juncker attenua le parole di Trump sui 'tedeschi cattivi'

Dimensioni di testo Aa Aa

Il governo tedesco ha reagito in sordina alle dichiarazioni di Donald Trump che emergono dai recenti incontri a Bruxelles col presidente della Commissione Ue Jean Claude
Juncker e il presidente del Consiglio europeo Donald Tusk.

Secondo la testata tedesca ‘Spiegel on line’ il Presidente Usa avrebbe detto che i tedeschi “sono cattivi, molto cattivi”, criticando il surplus commerciale tedesco.

Cosi’ a Taormina in conferenza stampa, prima dell’avvio del G7, il Presidente della Commissione non ha smentito l’uso della parola inglese ‘bad’ (cattivo) da parte di Trump, ma ha spiegato – anche parlando in tedesco, lingua che conosce molto bene – che “se qualcuno usa la parola ‘bad’ non significa che letteralmente tu debba tradurre ‘cattivo’”. “E’ un problema di traduzione”, ha ripetuto, continuando a spiegare che Trump intendeva dire che il comportamento dei tedeschi e della Germania ‘non va bene’, non che i tedeschi siano malvagi.

Il surplus commerciale della Germania “non sarebbe né buono né cattivo”, ha dichiarato venerdi’ in modo asettico un portavoce del governo di Berlino.