ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Leggende dello spazio: il telescopio Hubble


space

Leggende dello spazio: il telescopio Hubble

Il telescopio spaziale Hubble ha rivoluzionato il mondo della cosmologia e dell’astrofisica, offerendo una straordinaria serie di immagini mozzafiato di galassie lontane, buchi neri e stelle.

L’Hubble Space Telescope (HST), progetto congiunto tra ESA e NASA, venne lanciato in orbita terrestre bassa nel 1990 ed è attualmente operativo. Nonostante non sia stato il primo telescopio spaziale, Hubble è conosciuto come strumento di ricerca. L’HST è stato chiamato in questo modo in onore dell’astronomo Edwin Hubble, uno dei Grandi Osservatori della NASA, assieme al Compton Gamma Ray Observatory, il Chandra X-ray Observatory e lo Spitzer Space Telescope.

Roger-Maurice Bonnet, ex direttore del programma scientifico dell’ESA, ricorda come Hubble ha cambiato la vita degli astronomi: “Abbiamo avuto la possibilità di guardare le stelle, l’universo, in modo preciso, immagini veramente nitide, abbiamo potuto guardare le lunghezze d’onda della luce che sono assorbiti dall’atmosfera della Terra.” “Tutti erano molto eccitati da questa idea, stavamo per scoprire cose che non erano mai state viste prima, e questo è esattamente quello che è accaduto”, ha raccontato il Prof. Bonnet a Euronews.

Giovanna Tinetti, Professoressa di Astrofisica presso la University College di Londra, ha usato Hubble per fare la prima rilevazione dell’acqua nell’atmosfera e ricorda come Hubble cambiò il corso della sua carriera: “Quando divennero disponibili le prime osservazioni, cambiò veramente tutto, io mi sono spostata su questo settore perché pensavo fosse ancora più eccitante vedere cosa stava succedendo.”

Hubble è stato aggiornato nel corso degli anni. Dopo il lancio con lo Space Shuttle Discovery nel 1990, 5 missioni dello Space Shuttle ripararono, aggiornarono e rimpiazzarono sistemi sul telescopio, inclusi tutti e 5 i suoi strumenti principali. La quinta missione venne cancellata a seguito del disastro del Columbia nel 2003, ma alla fine, l’amministratore della NASA Mike Griffin approvò la quinta missione di servizio, completata nel 2009.

Secondo la Prof.essa Tinetti le osservazioni che ha rilevato hanno cambiato tutto. Nella comprensione della cosmologia, della natura di galassie molto lontane, Hubble è stato il primo strumento in grado di fornire osservazioni che divennero dei capisaldi. “Hubble ci ha permesso di misurare meglio l’età dell’universo, i buchi neri e le stelle.”

Il telescopio è attualmente operativo (2017), e potrà funzionare fino al 2030-20403. Il suo successore scientifico, il James Webb Space Telescope (JWST), è pianificato per il lancio nel 2018.

La nostra scelta

Prossimo Articolo
Da Roma caput mundi uno sguardo al pianeta vivente

space

Da Roma caput mundi uno sguardo al pianeta vivente