ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

L'evoluzione delle arti marziali

Incontro col maestro giapponese Akuzawa Minoru, iniziatore dell'"Aunkaï"http://aunkai.fr/

Lettura in corso:

L'evoluzione delle arti marziali

Dimensioni di testo Aa Aa

Akuzawa Minoru ha iniziato la pratica marziale all’età di 16 anni, inizialmente con Tai Chi e Hsing I. Ha praticato anche Toshukakuto e Daito-Ryu e in Cina ha vinto un campionato internazionale Sanda. Il suo incontro con un professionista delle antiche scuole nipponiche (Koryu) ha poi cambiato totalmente il suo approccio alle arti marziali e lo ha portato a scoprire e sperimentare un modo diverso di praticarle. Un lungo viaggio che lo ha portato a creare la propria scuola nel 2003: Aunkaï.

Il giornalista Christian Boudarel di Euronews lo ha incontrato nel sud dell’Ardèche, Francia, per parlare dell’Aunkaï Bujutsu pratica che Minoru ha inaugurato.

Christian Boudarel: Cosa significa Aunkaï Bujutsu?

Akuzawa Minoru: Per riassumere possiamo dire che si tratta di un metodo di formazione interiore del corpo per avere il controllo e la libera utilizzazione del corpo stesso. Esistono i budo (l’insieme delle arti marziali) e bujutsu (l’insieme delle tecniche dei guerrieri), i budo sono molto diffusi nel mondo, bujutsu sono metodiche di arte molto antica. Ho creato l’Aunkaï – mettendo da parte budo / bujutsu – come arte marziale che ha per scopo di perpetuare e di approfondire le tecniche e l’arte antica.

Christian Boudarel: A chi si rivolge questa pratica?

Akuzawa Minoru: Sul versante del bujutsu si prende in conto l’aspetto bellico ma l’Aunkai offre ai combattenti la possibilità di migliorare considerevolmente il loro potenziale e la loro mobilità. D’altronde per coloro che non possono praticare lo sport in modo intensivo l’apprendimento di questa metodica corporale puo’ condurre ad un cambiamento del modo di fare nel comportamento quotidiano ed anche del modo di pensare, l’Aunkai puo’ rivolgersi a tutti.

Ci sono punti che coloro che praticano possono approfondire di volta in volta per mezzo dei “tanren” e dei “Kunren” dell’Aunkaï.

Christian Boudarel: Cosa dà questa pratica alle persone del XXI secolo?

Akuzawa Minoru: In origine le tecniche che sono state sviluppate nelle scuole tradizionali giapponesi e finalizzate ad allenare il corpo da utilizzare in modo corretto, non sono più presenti, o lo sono poco in questo genere di Budo moderno. Per questo cerco con l’Aunkai e col mio corpo di perpetuare queste conoscenze e la saggezza dei nostri predecessori.
Sia da un punto di vista marziale, o da quello salutista cerco sempre di migliorare e perfezionare queste tecniche. Questa antica sapienza puo’ essere utile alla vita moderna.

Se c‘è una cosa che caratterizza Akuzawa Minoru è la generosità. Non nasconde nulla della sua arte. Ha insegnato in modo totale cercando di condividere tutto con i suoi studenti. Dal 2006 viene regolarmente in Europa, in particolare in Francia e in Ungheria per i suoi seminari. Si reca anche in altre parti del mondo come la Nuova Zelanda, Hong Kong o gli Stati Uniti.

Link Internet :
https://www.facebook.com/aunkai.official/?ref=ts&fref=ts
https://www.facebook.com/aunkaifranceinfos/?ref=ts&fref=ts

Video:
https://www.youtube.com/watch?v=Jea0YPiDKLQ

https://www.youtube.com/watch?v=Hb-xvrZs01Q

https://www.youtube.com/watch?v=JYtUVYJAk5o