ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Iran: il riformista Rohani rieletto Presidente

Il Presidente uscente ha battuto il conservatore Raisi. Eccezionale lʼaffluenza che ha superato il 70%

Lettura in corso:

Iran: il riformista Rohani rieletto Presidente

Dimensioni di testo Aa Aa

E’ ufficiale. Hassan Rohani è stato eletto per la seconda volta Presidente dell’Iran. La conferma arriva dal Ministero dell’Interno di Teheran. Il distacco con l’avversario conservatore Ebrahim Raisi è incolmabile: oltre 14 milioni di voti pari al 56,3% per il presidente uscente contro i 10 milioni dello sfidante vicino alla linea ortodossa della Guida Suprema Khamenei.

Gli elettori iraniani, alla fine, hanno premiato il moderato presidente uscente e la sua politica di impegno con l’Occidente, contro la linea dura di Raisi. La presidenza di Rohani negli ultimi quattro anni è stata tutta incentrata per cercare di far uscire il Paese dall’isolamento internazionale, riuscendo a siglare nel 2015 un accordo con le potenze mondiali che ha portato alla revoca di alcuni sanzioni in cambio della rinuncia di Teheran al suo controverso programma sul nucleare.

Con Rohani, 68 anni, si sono schierati i riformisti, i moderati, i liberali, i giovani e le donne delle città, tutti coloro che sperano che il Paese continui sulla strada dell’apertura all’Europa e al mondo. Dalla parte l’espressione della parte più conservatrice dell’Iran, sostenuto dal clero, dalle Guardie della rivoluzione, ma anche da milioni di cittadini, soprattutto poveri, che hanno seguito i messaggi populisti e la sua campagna incentrata sui temi di una economia di resistenza” contro gli stranieri.

Eccezionale l’affluenza alle urne, che ha superato il 70 per cento facendo rinviare per due volte la chiusura dei seggi. Un segnale che lasciava già sperare ai sostenitori di Rohani che il presidente potesse essere rieletto. E cosÌ è stato.