ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Guardando a oriente un'altra Cuba


Cult

Guardando a oriente un'altra Cuba

La teoria delle colonne non è soltanto la sinfonia archiettonica della capitale L’Avana: per questo adesso si va alla scoperta della zona orientale dell’isola.

Siamo nella città di Holguín, 700 km a sud est de L ‘Avana. Il restauratore e conservatore Carlos Chiong Cruz è in viaggio verso uno di quelle perle architettoniche che ha contribuito a ricostruire negli ultimi anni.

Verso Gibara

A bordo di una Dodge anni Cinquanta equipaggiata con un motore russo Volga, affronta i 30 km verso nord. Attraversa anche un vecchio tunnel ferroviario oltre il quale appare l’inaspettata bellezza della città di Gibara che festeggia i due secoli quest’anno.

Gibara. Wherethereisa speciallight and all roadslead to the sea. #cuba #Gibara #village #streetphotography #ihttps://t.co/C71udXxjrK pic.twitter.com/DuQYJuWDhX

— CubaBusinessReport(@CubaReport) 13 maggio2017

Per lui bisogna restaurare questa città come si restaura la Torre di Pisa. Bisogna conservare il suo splendore. Dall’inizio della ristrutturazione questa incantevole cittadina di pescatori, già chiamata “il segreto meglio custodito di Cuba”, ha riscoperto il suo carattere profondo.

Certe rovine ricordano quanto i restauri non siano sempre una priorità. Ma le cose sono cambiate e certi hotel come l’ “Arsenita” sono rientrati in questo grande progetto per rilanciare il turismo a Cuba.

Cosi’ le vecchie dimore rinascono sulla spinta degli sforzi fatti per risorgere.

Cuba ha tagliato da poco il traguardo dei 4 milioni di visitatori nel 2016 cosi’ la fiera annuale del turismo FIT ha tenuto un evento speciale a Gibara con ospite anche il locale ministro del turismo. La città è stata ufficialmente “lanciata” come destinazione turistica per diversificare l’offerta proposta anche dalle principali vicine località balneari.

Santiago

La regione offre inoltre una sua cultura musicale il cui epicentro è Santiago de Cuba. Presso un’antica fortezza spagnola viene eseguita la “Tumba Francesa”, genere afro-cubano di danza e canti con tamburi introdotto dagli schiavi haitiani del XVIII secolo.

La tumbafrancesahttps://t.co/ZZL2GTtbOJ pic.twitter.com/f4ZewfSut2

— Cuba Tesoro(@cubatesoro) 13 maggio2017

Dal tramonto scatta la vita notturna a Santiago. Era stato il “Buena Vista Social Club” a portare il sound cubano verso il pubblico internazionale alla fine degli anni ’90. La Casa de la Trova è uno dei locali piu’ in vista.

Località turistiche come l’Havana o Varadero sono da tempo gettonatissime dal pubblico statunitense che viene a scoprire Cuba.

Al di fuori di Baracoa, la città più orientale del paese, c‘è il parco naturale Duaba dedicato al turismo ecologico come spiega Alina Tompson Wilson dell’azienda autonoma di soggiorno.

Perchè non scoprire anche i segreti della coltivazione del cacao? Ce li racconta un agricoltore locale che parla del suo cacao.

Dal 2003 a Gibara si tiene un festival cinematografico per produzioni a basso costo che adesso si chiama International Film Festival Gibara. E’ stato fondato da Humberto Solás noto cineasta caraibico.

La Romería

In maggio a Holguín si tiene anche la parata detta “Romería de Mayo” una sorta di carnevale che risale a tradizioni cristiane. Una festa che è stata rinnovata dal 1994.

Nella Cuba orientale il fascino dei tropici splende ancora sia di giorno che di notte.

La nostra scelta

Prossimo Articolo
India: il culto del Theyyam

Cult

India: il culto del Theyyam