ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Cyber-attacco mondiale, lunedì nero per l'Asia


mondo

Cyber-attacco mondiale, lunedì nero per l'Asia

Accendere il computer dopo il weekend e restare vittima dell’attacco cibernetico mondiale (leggi qui per sapere com‘è iniziato, in Europa ) che da venerdì ha bloccato centinaia di migliaia di calcolatori in 150 Paesi del mondo.

Lunedì nero in Asia. In Cina l’attacco è stato massivo: colpiti enti governativi, tra cui polizia e polizia municipale, il gigante del petrolio PetroChina e chissà quanti altri, che non l’hanno detto. Bloccati ospedali in Indonesia, infettati computer in Corea del Sud e l’Europol teme che il peggio debba ancora venire. Microsoft ha tacitamente confermato quello che già si sapeva: l’attacco viaggia grazie a uno strumento della National Security Agency americana rubato in aprile.

L’Europa è alle prese da venerdì col virus: fermi gli impianti della Renault in Francia e in Romania, colpiti colossi spagnoli dell’energia e della telefonia, ospedali inglesi, un’università italiana. Il virus è un randsomware: congela il pc, se vuoi sbloccarlo devi pagare un riscatto. Si propaga in modi diversi e cambia, ora la maggior parte degli attacchi arriva via email: non cliccare su link sconosciuti, il consiglio degli esperti. Ancora ignota la mano degli hacker che lo diffondono.