ULTIM'ORA

Prove di guerra fredda

Usa e Russia e le scaramucce per procura in Europa dell'Est

Lettura in corso:

Prove di guerra fredda

Dimensioni di testo Aa Aa

Il segretario della Difesa americano Jim Mattis, in Lituania. Una prima per il ministro che ha rassicurato il Paese baltico sull’impegno statunitense per un sistema missilistico nella regione.

Con la Russia che fa pressione al confine, la Lituania, così come le altre due repubbliche baltiche ex sovietiche, avevano espresso le proprie preoccupazioni dopo i commenti di Donald Trump sulla Nato, che nel corso della campagna elettorale definì organizzazione obsoleta..

Mattis ha voluto dissipare ogni dubbio.

A preoccupare la Lituania non solo la sua difesa aerea ma anche un arsenale militare da rinnovare; in questo senso gli Stati Uniti sono stati rassicuranti: invieranno la una batteria di missili terra aria Patriot per esercitazioni militari della Nato previsti la prossima estate.
Mentre Mosca ha programmato per settembre altrettante esercitazioni in Bielorussia e nell’enclave di Kaliningrad.

L’incontro con la presidente Lituana Dalia Grybauskaite, critica nei confronti di Putin potrebbe essere interpretato come un messaggio indiretto rivolto al Cremlino.

Jim Mattis:

“Credo che voi che avete resistito all’oppressione possiate assaporare al libertà e non la diate per scontata e la difendete se minacciata. Malgrado un vicino poco rassicurante, la Lituania ha contribuito alla missione Nato in Afghanistan.
E ha continuato a fornire abili addestratori in Iraq nella missione contro l’Isis”.

James Mattis non ha precisato se i missili terra aria saranno collocati in Lituania in maniera permanente, aggiungendo però che l’obiettivo del dispiegamento non è di carattere offensivo.

Nel corso della visita Mattis ha parlato della Nato come di un’organizzazione imprescindibile, e anche se ha fatto un distinguo sul contributo finanziario americano, l’affermazione di per sé conferma il cambiamento di Washington sulla Organizzazione Atlantica .