ULTIM'ORA

La Finlandia in guerra contro la plastica

Una piccola azienda finlandese ha trovato il modo di produrre sacchetti di plastica non piu' inquinanti

Lettura in corso:

La Finlandia in guerra contro la plastica

Dimensioni di testo Aa Aa

Business Planet è andata ad Helsinki. Siamo nella sede di SITRA il Fondo d’Investimento per l’innovazione della Finlandia con noi Timo, la cui missione è promuovere la creazione di posti di lavoro ‘verdi’, gli impieghi creati da imprenditori che si sono impegnati per l’ambiente. Questo è molto importante, si tratta di una vera e propria tendenza oggi.

  • L’inquinamento della plastica è una delle più grandi minacce per l’ambiente. In media, ogni persona dell’Unione Europea utilizza fino a 200 sacchetti di plastica l’anno. Ma solo circa il 7% di questi rifiuti viene riciclato.
  • La strategia sulla plastica dell’UE contribuirà a migliorare il riciclaggio, tagliare i rifiuti marini e rimuovere dall’ambiente le sostanze potenzialmente pericolose.
  • La necessità è di aumentare e migliorare il riciclaggio con soluzioni innovative e contemporaneamente crea nuove opportunità di business.

Link utili

Timo : “In effetti ci sono oltre 4 milioni di impieghi ‘verdi’ oggi. Cioè il doppio di quelli del settore automobilistico europeo, per esempio. E l’evoluzione è rapida, del 7% in piu’ ogni anno.”

Serge Rombi, euronews: “Vediamo un esempio con l’inquinamento della plastica. Questa è una delle principali piaghe odierne del pianeta”.

Se niente cambia, entro il 2050, ci saranno più resti di plastica che pesci nei mari. In causa le buste di plastica che noi tutti usiamo: 200 all’anno per europeo. Solo il 7% di queste viene riciclato.
FYI-> https://www.ellenmacarthurfoundation.org/publications/the-new-plastics-economy-rethinking-the-future-of-plastics

Questi sacchetti ecologici sono stati concepiti dal una piccola impresa finlandese che ha messo a punto un nuovo materiale composto di una fibra di legno e di una piccola quantità di bioplastica.

Serge Rombi: “Perchè è meglio della plastica?

Tuomas MUSTONENCEO, PAPTIC: “Questa è la prossima generazione della carta! E ‘rispettosa dell’ambiente, riciclabile, rinnovabile ed è davvero resistente. Quindi è per questo che sostituiamo la plastica con il nostro materiale”.

Altro vantaggio: questa tecnologia si adatta a tutte le linee di produzione esistenti, che siano concepite per produrre sacchetti di carta o di plastica, quindi una buona cosa per l’impiego.

TUOMAS MUSTONENCEO, PAPTIC: “ Siamo un’azienda di 10 persone. Ma in due anni l’obiettivo è d’impiegare direttamente 50 persone. E stiamo risparmiando, mantenendo centinaia di posti di lavoro nell’industria europea della plastica di trasformazione che è in pratica la famiglia europea delle nostre piccole e medie imprese”.

Per il suo sviluppo, l’azienda ha raccolto diverse centinaia di migliaia di euro, tra cui il capitale di rischio. Ha inoltre ricevuto il sostegno del programma europeo Orizzonte 2020

TUOMAS MUSTONEN: “Ci permette di crescere più velocemente. Ci permette di utilizzare più esperti ad esempio ingegneri, nell’elaborazione dei nostri prossimi macchinari. In pratica per scalare l’azienda e aumentare il nostro prodotto e sostituire i sacchetti di plastica più velocemente”.

Da due anni una direttiva europea obbliga gli stati membri a ridurre il consumo dei sacchetti di plastica. E’ quindi l’occasione per gli imprenditori di innovare e creare opportunità.

Serge Rombi : “Per concludere, due parole dalla Finlandia che ha veramente elaborato una strategia relativa al lavoro verde …”

Timo: “Se vogliamo crescere e creare occupazione in Europa dobbiamo avere strategie per l’economia verde e circolare. E la Finlandia sta scommettendo su questo”.