ULTIM'ORA

Il Montenegro spaccato sulla sua adesione alla Nato

Mentre l'adesione di Podgorica alla Nato è certa, l'opposizione chiede un referendum, con Mosca che soffia sulla protesta

Lettura in corso:

Il Montenegro spaccato sulla sua adesione alla Nato

Dimensioni di testo Aa Aa

Il parlamento ha ratificato il protocollo sull’adesione all’alleanza atlantica, un
passo fortemente avversato dalla Russia che lo considera una minaccia alla propria sicurezza in una regione sulla quale Mosca vuole avere un’influenza strategica.

A favore hanno votato tutti i 46 deputati presenti in aula, sul totale di 81 che ne conta l’Assemblea. Molti deputati però, boicottano i lavori parlamentari. Alcune centinaia di
sostenitori del Fronte Democratico (Df), forza filorussa e filoserba che si oppone all’adesione, hanno organizzato una manifestazione di protesta fuori dal parlamento
nella storica capitale di Cetinje. Gli oppositori chiedono che si tenga un referendum.

Dice un uomo: “Credo che il Montenegro debba ritagliarsi il suo spazio nel mondo e questo può accadere da membro della Nato. Sarà una sicurezza maggiore, ma non so se la nostra vita in generale ne trarrà beneficio”.

27 dei 28 stati membri Nato hanno ratificato il protocollo di adesione, manca solo la Spagna che lo farà nei prossimi giorni. Si prevede che l’adesione formale del Montenegro avverrà in occasione del prossimo vertice Nato di fine Maggio a Bruxelles.