ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Sciopero generale in Cisgiordania e a Gaza, solidarietà con i detenuti palestinesi


Cisgiordania

Sciopero generale in Cisgiordania e a Gaza, solidarietà con i detenuti palestinesi

Negozi chiusi, trasporti fermi: in Cisgiordania uno sciopero generale esprime solidarietà nei confronti dei palestinesi detenuti nelle carceri israeliane che rifiutano il cibo per protesta.

Uno sciopero senza precedenti secondo l’unione dei commercianti Palestinesi, da Hebron a Ramallah. Nella città dove ha sede l’Autorità Palestinese, decine di persone si sono riunite su una delle piazze principali accanto alla tenda della solidarietà.

“Partecipo per mio figlio che ha smesso di mangiare e di bere”, afferma la madre di un detenuto. “Chiedo al mondo intero di dimostrare solidarietà, non dovrebbe farlo soltanto Abu Mazen, ma tutto il mondo. Non aspettiamo le fazioni del governo, tutti noi dobbiamo protestare, le macchine devono fermarsi, tutto il mondo deve fermarsi”.

Anche nella Striscia di Gaza, governata da Hamas, scuole non amministrate dall’Onu, banche e istituzioni pubbliche sono rimaste chiuse in segno di solidarietà con i 1500 detenuti, fra i quali Marwan Barghouthi, uno dei leader di Fatah, che dal 17 aprile ingeriscono soltanto acqua e sale.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Turchia

Turchia: scontro fra nave militare russa e mercantile nel mar Nero, salvi gli equipaggi