ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Tragedia nel ciclismo: muore in allenamento Michele Scarponi, vincitore del Giro 2011


Sport

Tragedia nel ciclismo: muore in allenamento Michele Scarponi, vincitore del Giro 2011

Il mondo del ciclismo piange Michele Scarponi, uno dei migliori scalatori italiani dell’ultimo decennio e uomo dai grandi valori. Il 37enne è rimasto vittima di un incidente sabato mattina, investito da un furgone mentre si stava allenando in vista del Giro d’Italia, per le strade di Filottrano (Marche). L’incidente è avvenuto intorno alle 8, ad un incrocio sulla strada provinciale 362. Il conducente di un autocarro non avrebbe dato la precedenza, travolgendo Scarponi. Inutili i tentativi di rianimazione, il ciclista sarebbe morto sul colpo per le gravi lesioni riportate. L’autista del mezzo è indagato per omicidio colposo.

Il marchigiano solo lunedì scorso aveva vinto la prima tappa del Tour of the Alps – ex Giro del Trentino – e si stava preparando per la prossima Corsa Rosa, che aveva già conquistato nel 2011, dopo la squalifica di Alberto Contador. L’Aquila di Filottrano, come veniva chiamato, era stato promosso a capitano dell’Astana, dopo il forfait di Fabio Aru.

Il Presidente del CONI Giovanni Malagò ha invitato le federazioni sportive nazionali, le discipline sportive associate e gli enti di promozione sportiva a far osservare un minuto di silenzio, in occasione di tutte le manifestazioni in programma questo weekend.

L’addio sui social di amici e colleghi

Tante le reazioni sui social networks di colleghi ed amici. Eccone alcune:

L’ultimo tweet di Scarponi, la vigilia dell’incidente che gli è costato la vita