ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Siria, al via evacuazione di quattro città assediate


Siria

Siria, al via evacuazione di quattro città assediate

In condizioni umanitarie disperate, è iniziata in Siria, dopo giorni di rinvii, l’evacuazione dei civili da quattro città, vicine a Damasco e Idlib, assediate da anni. Zabadani, Madaya, Kefraya, e al-Foua. Centri, i primi i due, a maggioranza sunnita assediati dall’esercito e dai miliziani di Hezbollah, cittadine cristiane le altre due, sotto tiro dei ribelli islamisti di Hayat al-Tahrir al-Sham.

Un’evacuazione che coinvolge oltre 30.000 persone, resa possibile dopo un accordo raggiunto tra il governo siriano di Bashar al Assad e i ribelli, con la mediazione di Qatar e Iran. Circa 80 autobus sono arrivati a Rashidin, a ovest di Aleppo, per trasferire i civili verso le aeree controllate dal regime di Damasco. In tutte e quattro le cittadine, la situazione umanitaria è terribile: ormai manca tutto, medicine cibo, acqua. Pochissimi i convogli delle Nazioni Unite che in questi ultimi mesi sono riusciti a portare soccorsi.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Ucraina

Eurovision: la tv russa non trasmetterà la gara per protesta verso Kiev