ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Mondiali 2026: candidatura congiunta per Usa, Canada e Messico


Sport

Mondiali 2026: candidatura congiunta per Usa, Canada e Messico

Altro che muri e barriere: Stati Uniti, Canada e Messico hanno presentato la loro candidatura congiunta per ospitare la Coppa del Mondo del 2026, la prima che vedrà in campo ben 48 squadre, come voluto dalla FIFA. Per la legge della rotazione, nè l’Europa nè l’Asia potranno candidarsi ad ospitare il Mondiale: anche per questo, c‘è grande fiducia nel quartier generale di New York

“Ci candireremo insieme – ha spiegato Sunil Gulati, presidente dell’US Soccer -. Prevediamo una Coppa del mondo di 80 partite che per tre quarti saranno giocate negli Stati Uniti. Questo significa che si disputeranno 60 gare negli States, 10 in Canada e altrettante in Messico. La decisione finale, comunque, spetta alla FIFA”.

L’unico precedente di una candidatura congiunta per la Coppa del Mondo risale al 2002, con la cooperazione tra Giappone e Corea del Sud. Gli impianti non mancano di certo a Stati Uniti, Canada e Messico, basti pensare al Rose Bowl di Los Angeles, all’Olimpico di Montreal e al mitico Atzeca di Città del Messico. La FIFA assegnerà il Mondiale a maggio 2020.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

traduzione automatica

traduzione automatica

Sport

Champions League: la super-difesa della Juventus contro il super-attacco del Barcellona