ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Siria: scontro Usa-Russia all'Onu, Trump "attacco chimico affronto all'umanità"

Il duro confronto tra Stati Uniti e Russia sulla Siria, al Consiglio di sicurezza dell’Onu, rischia di paralizzare nuovamente le Nazioni Unite.

Lettura in corso:

Siria: scontro Usa-Russia all'Onu, Trump "attacco chimico affronto all'umanità"

Dimensioni di testo Aa Aa

Il duro confronto tra Stati Uniti e Russia sulla Siria, al Consiglio di sicurezza dell’Onu, rischia di paralizzare nuovamente le Nazioni Unite.

Mentre da Washington il Presidente Trump definisce il presunto attacco chimico condotto contro i civili nella provincia di Idlib un affronto all’umanità. Per Mosca il gas era in un magazzino ribelli colpito dall’aviazione di Damasco.

“La minaccia dell’ex presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, di un’azione militare se si fosse oltrepassata la ‘linea rossa’ con l’utilizzo delle armi chimiche in Siria ha provocato questi attacchi – sostiene l’ambasciatore russo all’Onu, Vladimir Safronkov – Quella decisione ha rappresentato il punto di partenza delle successive provocazioni dei terroristi con l’uso di armi chimiche”.

Quello su Khan Shaykhun sarebbe il peggior attacco dal 2013 secondo l’Alto Rappresentante Onu per il disarmo.

La Cina chiede un’indagine obiettiva, mentre l’ambasciatore statunitense all’Onu, Nikki Haley, mostra le presunte immagini dell’attacco e avverte Mosca:

“Se la Russia ha sulla Siria quell’influenza che pretende di avere, abbiamo bisogno che la usi. Abbiamo bisogno che metta fine a questi atti atroci. Quanti altri bambini devono morire prima che la Russia se ne occupi? – ha detto l’ambasciatrice Usa – Quando le Nazioni Unite falliscono costantemente nel dovere di agire collettivamente, costringono gli Stati a prendere l’iniziativa”.

La Haley accusa Siria, Russia e Iran di non avere interesse nella pace. Dalla Casa Bianca però Trump non risponde alla domanda sul futuro di Assad e la Russia, che ha il potere di veto nel Consiglio di sicurezza, non vede il bisogno di adottare una risoluzione di condanna.