ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Strage San Pietroburgo, l'attentatore è kamikaze kirghiso di 22 anni

Akbarzhon Jalilov, 22 anni, cittadino russo ma nato in Kirghizistan, nella città di Osh.

Lettura in corso:

Strage San Pietroburgo, l'attentatore è kamikaze kirghiso di 22 anni

Dimensioni di testo Aa Aa

Akbarzhon Jalilov, 22 anni, cittadino russo ma nato in Kirghizistan, nella città di Osh. Ormai non ci sono più dubbi. E’ lui il kamikaze della strage alla metropolitana di San Pietroburgo che ha fatto 14 morti e oltre 50 feriti. La conferma arriva dal Comitato Investigativo Russo. Da sei anni il giovane viveva nella città colpita.

“Gli esperti forensi hanno scoperto tracce genetiche dell’uomo anche su un pacco con un ordigno esplosivo alla stazione Ploshchad Vosstaniya”, conferma Svetlana Petrenko, portavoce del pool investigativo. “Dalle prove genetiche e dalle telecamere si pensa che l’attentatore sia la stessa persona che ha lasciato anche la valigietta con la bomba inesplosa.”

Quello che non è chiaro è il motivo del folle gesto, un gesto che avrebbe potuto provocare ancora più danni e morti. “In quel momento non avevo tempo di pensare alla paura, dice il conducente della vagone, ho fatto solo mio lavoro. Non c’era panico, quando si è aperta la porta della prima carrozza tutti i passeggeri sono rimasti in piedi per capire cosa stava accadendo.”

Finora nessun gruppo ha rivendicato l’attacco. Le piste più accreditate, ma non confermate portano all’Isil o al terrorismo islamista di matrice caucasica. Intanto il Ministro della Salute, ha chiesto ai cittadini di donare il sangue. Un gesto di solidarietà e unità.