ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Germania: il pedaggio autostradale fa infuriare Vienna


Germania

Germania: il pedaggio autostradale fa infuriare Vienna

Anche in Germania si pagherà il pedaggio autostradale, finora inesistente per auto e moto. Come? Con abbonamenti che vanno da 10 giorni a un anno e con prezzi differenziati a seconda delle emissioni dell’ auto. La norma sarà effettiva dal 2019, sempre che l’Austria non abbia la meglio. La misura, infatti, approvata in via definitiva in parlamento, ha fatto infuriare Vienna che la considera penalizzante per i numerosi austriaci che ogni giorno varcano il confine.
“Si ha l’impressione che i Paesi più grandi possano fare il bello e il cattivo tempo sulle spalle dei Paesi più piccoli. Abbiamo buone relazioni con la Germania e voglio che l’amicizia che ci lega resti tale. Ma la lite sul pedaggio ci porterà ad adire le vie legali”- ha annunciato
Joerg Leichtfried, ministro dei trasporti austriaco.
Il punto è che molte località austriache vicine al confine, sono raggiungibili solo usando le autostrade tedesche. E se per i tedeschi ci saranno sgravi fiscali a compesare la spesa del pedaggio, per gli austriaci no. Siccome i Paesi sono entrambi nell’Unione, Vienna ha fatto sapere che ricorrerà alla Corte di giustizia europea. (Già c’era stato un richiamo UE alla Germania sulla tassa, poi un accordo)
“Non ho nessuna simpatia per le lamentele sul pedaggio dell’Austria, un Paese che lo fa pagare da oltre 20 anni e si assicura che chiunque guidi sulle sue strade contribuisca al mantenimento delle infrastrutture. Ora il loro motto è: chiunque guidi in Austria paghi ma gli austriaci non pagheranno in Germania. Non è un’idea europea”- ha detto il ministro dei trasporti tedesco Alexander Dobrint.
La nuova legge, è stata fortemente voluta dall’Unione dei cristiano sociali bavarese. Il costo degli abbonamenti varierà fino a un massimo di 130 euro annui.

Regno Unito

La Scozia chiede un referendum bis, ma per Londra "non è il momento"