ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Francia: Macron accoglie senza entusiasmo l'annuncio dell'appoggio di Valls


Francia

Francia: Macron accoglie senza entusiasmo l'annuncio dell'appoggio di Valls

Hot Topic Scopri di più su Elezioni presidenziali francesi 2017

Ci eravamo tanto amati, ma la nostra storia è finita. Sembrerebbe un po’ questo il senso della reazione di Emmanuel Macron, candidato indipendente alle presidenziali francesi, alla notizia che l’ex primo ministro socialista Manuel Valls si è schierato in suo favore, tradendo il suo stesso partito.

In un’intervista radiofonica, Macron è apparso tiepido: “Innanzi tutto, lo ringrazio. Questo dimostra che i socialdemocratici e le donne e gli uomini di sinistra responsabili sono pronti a partecipare al mio progetto”, ha detto, ma niente illusioni, se Valls, di cui Macron è stato ministro dell’economia, ha secondi fini: “Sarò il garante del rinnovamento dei volti, del rinnovamento delle pratiche…”, ha continuato, e l’intervistatore lo ha interrotto: “Vuol dire che lei non governerà necessariamente con lui se sarà eletto?” “Ci siamo capiti”, è stata la risposta.

Il tradimento di Valls per il candidato socialista Benoît Hamon è la naturale conseguenza delle politiche che hanno spaccato il partito: “Gli ispiratori, i portavoce, e i teorici delle decisioni che hanno fatto tanto male alla sinistra sulla privazione della cittadinanza o la legge sul lavoro hanno trovato o trovano rifugio ormai in Emmanuel Macron”.

Si consuma così la frattura già evidenziata alle primarie, ma Valls si giustifica appoggiandosi sui sondaggi: non è una decisione presa col cuore, ha detto, ma con la ragione.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Portogallo

Lo scalo di Madeira cambia nome. Ora si chiama "Cristiano Ronaldo"