ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Judo, Baku: Ismayilov regala al suo pubblico la medaglia d'oro


Sport

Judo, Baku: Ismayilov regala al suo pubblico la medaglia d'oro

Prosegue con la seconda giornata di gare il Grand Slam di judo di Baku, in Azerbaijan. All’Heydar Aliyev Arena sono risuonate le note dell’inno nazionale locale, grazie al successo nella categoria -81kg di Rufat Ismayilov. Il 20enne azero, dopo aver eliminato ai quarti la testa di serie numero 1 Ivaylo Ivanov, ha superato in semifinale il giapponese Kenya Kohara, con un te-waza per ippon dopo soli 32 secondi sul tatami. Nell’atto conclusivo, Ismayilov ha avuto la meglio per waza-ari sull’iraniano Saeid Mollaei, medaglia di bronzo ai Campionati Asiatici.

“E’ stato fantastico il fatto che il pubblico mi abbia sostenuto in quel modo”, ha spiegato il beniamino del pubblico. “Mi ha sicuramente motivato e aiutato a vincere la medaglia”.

Nessuna sorpresa tra le donne -70kg, dove a mettersi al collo la medaglia del metallo piu’ pregiato è stata la tre volte campionessa mondiale Yuri Alvear. La 30enne colombiana nel penultimo combattimento ha messo al tappeto con un ouchi-gari per ippon la bosniaca Aleksandra Samardzic, staccando il pass per la finale tutta sudamericana contro Elvismar Rodríguez. Quest’ultima, che ha dovuto gareggiare sotto la bandiera della federazione internazionale a causa della sospensione del suo Venezuela, ha ceduto dopo 23 secondi. Fatale il ko-soto-gake della vicecampionessa alle ultime Olimpiadi di Rio.

“Sono molto contenta, ho vinto tante medaglie, sono stata tre volte campionessa mondiale, ho collezionato medaglie olimpiche, ma non avevo mai vinto prima d’ora un oro in un Grand Slam’‘, ha dichiarato la colombiana.

Secondo trionfo consecutivo nello slam azero per Alice Schlesinger, regina della categoria -63kg. La 28enne britannica, numero 12 del mondo e numero 1 del tabellone, ha colto il successo battendo in finale Andreja Leški. La slovena si è arresa per una torsione del braccio.

Per la prima volta in carriera, Odbayar Ganbaatar è salito sul gradino piu’ alto del podio nel circuito mondiale di judo, tra gli uomini -73kg.
Il 27enne mongolo ha avuto la meglio sul due volte iridato e argento a Londra 2012 Riki Nakaya. Un doppio waza-ari gli è bastato per trionfare.

Storie correlate:

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Sport

Salto sci, CdM: l'Austria soffia la vittoria alla Germania nel team event di Oslo