ULTIM'ORA

Alla Corte penale dell'Aja la denuncia di Kiev contro Mosca

Si è aperta davanti alla Corte penale internazionale dell’Aja la procedura avviata dall’Ucraina contro la Russia, accusata di “sostegno al terrorismo”, per i presunti aiuti ai separatisti della…

Lettura in corso:

Alla Corte penale dell'Aja la denuncia di Kiev contro Mosca

Dimensioni di testo Aa Aa

Si è aperta davanti alla Corte penale internazionale dell’Aja la procedura avviata dall’Ucraina contro la Russia, accusata di “sostegno al terrorismo”, per i presunti aiuti ai separatisti della Crimea.

Kiev chiede ai giudici di compiere i passi preliminari per condannare Mosca a sospendere ogni sostegno ai separatisti.

Tra i presunti atti di terrorismo sostenuti dalla Russia, l’Ucraina cita l’abbattimento nel luglio 2014 del volo MH17, con 298 persone a bordo, mentre sorvolava l’Ucraina.

Ora c‘è attesa per capire l’orientamento dei giudici.

“Tutti i colloqui sulla questione della Crimea finiscono con dire che la Russia si comporti male ma che non ci sono le prove. Il Tribunale dell’Aja può risolvere questo impasse, il che darebbe all’Occidente una sorta di prova legale del fatto che la Russia sia l’aggressore e il presidente Putin un tiranno”.

L’Ucraina accusa la Russia anche per l’annessione della penisola di Crimea, avvenuta nel 2014.

A Sebastopoli però molti rivendicano l’appartenza alla Russia.

“Vorrei che il mondo capisse che non c‘è stata nessuna annessione, è stata la libera volontà degli abitanti della Crimea. Abbiamo voluto tornare a far parte della Russia, e ci siamo battuti per questo”.

“Credo che il Tribunale dell’Aja respingerà le accuse ucraine”.

La pronuncia della Corte penale internazionale, inappellabile e tale da generale conseguenze politiche e giuridiche, difficilmente potrà tuttavia, avere un impatto sul piano del conflitto.

Un post del presidente ucraino Poroskenko su Facebook intitolato “Momento storico”: