This content is not available in your region

Corea del Sud: il vice-presidente di Samsung Electronics incriminato per corruzione

Access to the comments Commenti
Di Euronews
Corea del Sud: il vice-presidente di Samsung Electronics incriminato per corruzione

<p>Il vice presidente di <strong>Samsung Electronics</strong> sarà incriminato per corruzione, insieme a quattro alti dirigenti del gruppo, che si sono dimessi. </p> <p>I magistrati sospettano che <strong>Lee Jae-yong</strong> abbia versato tangenti per l’equivalente di poco meno di 35 milioni di euro in cambio di protezione politica. </p> <p><strong>Lee Kyu-chul</strong> , il portavoce del procuratore speciale aggiunge: </p> <p><em>Per quanto riguarda le accuse di corruzione, la Presidente Park sarà probabilmente incriminata, perché è uno dei sospetti nell’inchiesta correlata.</em></p> <p>Partito dalla politica, al centro dello scandalo che scuote la Corea del Sud c‘è dunque ormai Samsung, il più grande <strong>chaebol</strong> del paese, ossia il principale dei conglomerati industriali, molti dei quali nati da capitalismo familiare, che scandiscono la vita dei sudcoreani. </p> <h3>La presidente e la sua Rasputin</h3> <p>Contro la presidente <strong>Park Geun-hye</strong> è partita una procedura d’impeachement. In mezzo a Park e a Lee c‘è la controversa figura di una confidente della capo di stato, <strong>Choi Soon-Sil</strong> , già a processo, che avrebbe esercitato la sua influenza su Park, alcuni dicono fino al plagio, per favorire gli affari di Samsung. </p> <p>Mano a mano che venivano rivelati i dettagli dello scandalo, i sudcoreani sono scesi in piazza regolarmente e con manifestazioni oceaniche per chiedere la destituzione della presidente. Ed hanno ottenuto l’avvio della procedura che dovrebbe concludersi in giugno.</p>