ULTIM'ORA

Lettura in corso:

L'opulenza del Sitorai Mokhi-Khosa Palace


Postcards

L'opulenza del Sitorai Mokhi-Khosa Palace

In partnership con

La nostra cartolina di questa settimana ci porta a pochi km dall’antica città uzbeka di Bukhara. Qui troviamo un palazzo che è stato trasformato in un museo. Stiamo parlando del Sitorai Mokhi-Khosa, costruito più di un centinaio di anni fa, un mix di stili architettonici orientali e occidentali.

L’Uzbekistan in breve:

  • Situato nell’Asia Centrale, confina con il Kazakistan, il Turkmenistan, il Kirghizistan, l’Afghanistan e il Tagikistan
  • Indipendente dal 1991, questa ex repubblica sovietica ha oltre 30 milioni di abitanti
  • La superfice totale è di 425.400 km2, costituita quasi interamente di terreno pianeggiante
  • La temperatura media durante l’inverno è di -6 gradi centigradi. In estate, può salire sopra i 32 gradi
  • Quasi l’80% della popolazione è di etnia uzbeka e l’88% degli abitanti aderisce alla religione islamica

Seamus Kearney, euronews: “All’interno di uno degli edifici principali troverete pareti decorate e ricoperte di specchi, delle vere opere d’arte costruite da maestri artigiani di Bukhara; una bellezza straordinaria.”

Il palazzo dell’Emiro

Le stanze del palazzo ospitano un museo che racchiude vestiti, tesori provenienti da Cina, Russia e Giappone, oggetti del passato. “Il complesso è stato costruito nei primi anni del 1900, voluto dall’emiro di Bukhara come sua residenza estiva. Il nome significa “giardino delle stelle e della luna”, ci racconta Khaydarova Dilbar, guida turistica locale.

Oltre al museo, i visitatori e i turisti possono ammirare e godere la tranquillità dei giardini. Qui vivono alcuni pavoni e vengono coltivate diverse qualità di rose. Il sito è sotto protezione dell’Unesco.

La nostra scelta

Prossimo Articolo

Postcards

Alla scoperta del Kumano Kodo, la strada del pellegrinaggio buddista