ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Siria, l'opposizione denuncia un attacco al Napalm a Duma


Siria

Siria, l'opposizione denuncia un attacco al Napalm a Duma

La guerra sul terreno avvelena gli sforzi diplomatici per la pace in Siria. L’opposizione al regime di Damasco denuncia un attacco chimico al Napalm a Duma, roccaforte della ribellione. Un video che documenterebbe l’accaduto è stato diffuso dai White Helmets, gruppi volontari che intervengono in difesa della popolazione civile. Almeno 10 le vittime secondo l’Osservatorio Siriano per i Diritti Umani.

Domica poi si sono intensificati i bombardamenti dell’aviazione sulle aree di Homs controllate dai ribelli in risposta all’attentato di sabato contro rapresentanti del regime siriano.

“Che colpa hanno i civili?” dice un residente di Al-Waer, quartiere di Homs. “Cosa centra la gente? Guardate, va tutto a fuoco. Abbiamo portato via i bambini, gli anziani e le donne. Dio non sarà dalla parte di Bashar. Se Dio vuole ti troveremo Al Assad”.

Una situazione descritta da ambo le parti come l’esplicito tentativo di sabotare i colloqui in corso a Ginevra. Colloqui che infatti sono ad un punto morto. Da un lato l’inviato del regime Bashar al-Ja’afari chiede che il dialogo avvenga con un fronte unico che rappresenti le opposizioni. Dall’altro le varie anime della ribellione anti-governativa, inconciliabili, denunciano le atrocità del regime.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Ucraina

Marcia a Kiev nel terzo anniversario dell'annessione della Crimea alla Russia