This content is not available in your region

Rapporti Messico-Usa: i ministri smentiscono Trump

Access to the comments Commenti
Di Euronews
Rapporti Messico-Usa: i ministri smentiscono Trump

<p>In Messico per allentare la tensione. Nell’incontro con la propria controparte, il segretario di Stato americano Rex Tillerson e il ministro dell’Interno John Kelly hanno cercato di rianimare il rapporto tra i due Paesi dopo le esternazioni di Trump.</p> <p>Ma sembra che anche tra Trump e i due membri della sua amministrazione qualcosa non vada nel verso giusto.<br /> Ieri Trump gettava altra benzina sul fuoco dichiarando:</p> <p>“Potete vedere da voi cosa sta succendo al confine, stiamo cacciando i membri delle gang così come i sognori della droga Lo stiamo facendo a un ritmo mai fatto prima; espelliamo i cattivi, si tratta di un’operazione militare”.</p> <p>Così, in un clima di gelo, i rappresentanti della Casa Bianca, davanti agli omologhi messicani hanno dovuto correggere il tiro.</p> John Kelly: <p>“ Sarò molto chiaro. Non ci saranno deportazioni di massa e non useremo la forza militare nelle operazioni contro l’immigrazione clandestina”.</p> <p>Nonostante tutto, Il timore di un giro di vite indiscriminato verso gli immigrati anche verso coloro che sono regolari e non hanno pendenze con la giustizia, si è diffuso soprattutto tra i Messicani </p> <p>Gli immigrati irregolari negli Stati Uniti sono oltre 11 milioni, secondo l’istituto Pew, e rappresentano il 3,5% della popolazione.</p> <p>Più della metà sono messicani.</p> <p>Che inviano ogni anno risparmi per 23 miliardi di euro alle famiglie rimaste in Messico.</p> <p>Trump ha minacciato un prelievo forzato su queste transazioni per finaziare il famoso muro che intende costruire alla frontiera con il Messico.</p> <p>Proposito che ha irritato le autorità di Città del Messico. Che al momento non hanno segnalato alcuna espulsione di boss del narcotraffico verso il proprio territorio.</p>