ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Leicester, Ranieri saluta: "Il mio sogno è morto"


Sport

Leicester, Ranieri saluta: "Il mio sogno è morto"

Il giorno dopo l’esonero Claudio Ranieri ha preferito affidare a un comunicato le sue riflessioni sulla fine dell’avventura con il Leicester. “Il mio sogno è morto. Dopo l’euforia della scorsa stagione, e l’incoronazione a campioni d’Inghilterra, tutto quello che sognavo era stare al Leicester, la squadra che amo, per sempre. Purtroppo, non è accaduto”.

“E’ molto triste, sappiamo che nel calcio sono cose che possono succedere – ha detto Craig Shakespeare, che avrà il compito di guidare temporaneamente la squadra assieme a Mike Stowell -. Faremo di tutto per ricordarlo come merita, dopo quello che ha fatto avrà sempre il massimo rispetto di tutti coloro che lavorano per il Leicester. Capita che le persone perdano il loro lavoro in base ai risultati ottenuti ed è così che hanno ragionato i vertici del club”.

Sulla questione è intervenuto anche Jurgen Klopp, tecnico del Liverpool che lunedì affronterà proprio il Leicester in campionato. “Se sono sorpreso che succedano cose come questa? No, capita anche al di fuori del calcio – ha detto l’allenatore tedesco -. Nell’ultimo anno sono state prese un po’ di strane decisioni: la Brexit, Trump, Ranieri. Non posso sapere cosa ci sia alla base di queste scelte, non ho idea del perché il Leicester lo abbia fatto”.