ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Le relazioni transatlantiche cambiano forma


Stato dell’Unione

Le relazioni transatlantiche cambiano forma

Definire i contorni della nuova partnership tra l’Unione europea e gli Stati Uniti è stata la ragione delle visita del vice presidente americano a Bruxelles. Benvenuti su State of the Union. Dopo aver gettato un’ombra sul futuro delle relazioni transatlantiche, il presidente degli Stati Uniti sembra aver voluto riallacciare i rapporti con l’Europa. Per farlo ha inviato il suo vice presidente. Mike Pence è stato convincente? ecco il nostro reportage.

Qualsiasi sia il futuro delle relazioni transatlantiche, il governo americano dovrà lavorare fino al 2019 con Jean Claude Juncker come presidente della Commissione europea. Un articolo pubblicato su La Repubblica evocava eventuali dimissioni del politico lussemburghese. Indiscrezioni, smentite dalla Commissione stessa. La sua portavoce, Natasha Bertaud, in un tweet afferma che si tratta di caso mediatico costruito appositamente. Queste voci non impediscono a Jean-Claude Juncker di continuare il suo solito botta e risposta. Stavolta sulla Brexit.

Il conto potrebbe essere salato anche per la presidente del Fronte Nazionale ed eurodeputata Marine Le Pen. ll capo del suo gabinetto è stato rinviato a giudizio e la sua guardia del corpo è stata sentita dalla giustizi nelle indagini sui presunti posti di lavoro fittizi al Parlamento europeo. I giudici si interrogano sulle attività e le retribuzioni dei dipendenti di Marine Le Pen nell’emiciclo.

Questo caso non sembra tuttavia fermare la candidatura di Marine Le Pen, dal momento che è ancora la favorita nei sondaggi per le elezioni presidenziali. La settimana però è stata più difficile per la destra radicale tedesca. L’AFD, Alternativa per la Germania, guidata da Frauke Petry, ha perso terreno. Per la prima volta in diverse settimane la nazionalista è scesa sotto il 10% dei voti.Ma a parte le previsioni dei sondaggi, i discorsi di incitamento all’odio sembrano essere sempre più radicati nella sfera politica. E’ quello che emerge dall’ultimo rapporto della ONG Amnesty International.

Quando si parla di trappista, molti penserebbero a una birra belga. Sarebbe una risposta corretta, ma TRAPPIST 1 è anche il nome dato al sistema dei 7 pianeti scoperti da un programma di ricerca internazionale, finanziato dalla Commissione Europea. Michaël Gillon, è il nostro personaggio della settimana. E’ stato questo ricercatore belga a dirigere la squadra. Questi pianeti sono di dimensioni simili a quelle dellaTerra, ma soprattutto tre di loro potrebbero ospitare oceani di acqua liquida e quindi anche la vita. Infine, ecco il calendario della settimana:
Lunedì i 28 ministri dell’energia si incontreranno a Bruxelles per discutere dell’Unione energetica. Mercoledì i deputati si riuniranno a Bruxelles per una sessione plenaria di due giorni. Infine giovedì, su iniziativa di diversi paesi europei, la capitale belga ospiterà la conferenza internazionale sul diritto all’aborto. Una risposta al decreto del presidente degli Stati Uniti di vietare il finanziamento delle ONG che sostengono l’aborto.

Grazie per averci seguito e buona settimana.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Stato dell’Unione

Dal Canada con furore: Trudeau sbarca in Europa