ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Pakistan, dopo l'attentato di ieri, l'esercito risponde


Pakistan

Pakistan, dopo l'attentato di ieri, l'esercito risponde

Il premier pakistano Nawaz Sharif ha visitato in ospedale i feriti nell’attentato che giovedì ha causato almeno 88 morti, fra cui una ventina di bambini.

Islamabad afferma che almeno un centinaio di terorristi sono stati uccisi in operazioni militari di ritorsione, e che numerori sospetti sono stati arrestati in tutto il paese. Le autorità promettono di usare la massima severità contro quelle che vengono definite forze ostili.

Le forze armate pakistane hanno anche compiuto bombardamenti nel territorio afghano confinante.

Attaullah Khogyan , il portavoce del governatore della regione colpita dice:

Almeno 200 razzi sono stati sparati sulle abitazioni dei civili nel distretto di Lalpur. Almeno due bambini sono rimasti feriti e un centinaio di famiglie sono state evacuate.

L’attentato nel santuario 200 km a nord-est di Karachi, è stato rivendicato dal sedicente Stato islamico .

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Germania

Mattis rassicura l'Europa: "Trump appoggia la Nato. Impegno granitico"