ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Nato, Mattis:"Alleati aumentino contributo per la Difesa"

Il capo del Pentagono, Mattis, al suo primo summit dei ministri della Difesa della Nato, ha chiesto maggior impegno finanziario agli alleati

Lettura in corso:

Nato, Mattis:"Alleati aumentino contributo per la Difesa"

Dimensioni di testo Aa Aa

Si è fatta sentire la presenza di James Mattis, nuovo capo del Pentagono dell’era Trump, alla sua prima partecipazione al summit dei ministri della Difesa della Nato.
Dopo aver confermato che l’Alleanza è la base fondamentale per gli Usa, Mattis ha lanciato una precisa richiesta agli alleati: “aumentate le spese per la difesa”, ha detto, “o gli Usa diminuiranno l’impegno”.
Gli fa eco il ministro della Difesa britannico, Michael Fallon.
“Tutti i membri della Nato contribuiscono con una congrua parte agli oneri. Ma alcuni dovrebbero fare un passo avanti nell’impegno e arrivare a spendere il 2% del Pil, come abbiamo deciso nel summit in Galles due anni e mezzo fa”.

Per l’Italia, che attualmente versa poco più dell’1,1%, arrivare al 2% rappresenterebbe un esborso da oltre 18,3 miliardi l’anno in più. Il ministro Pinotti, sostenuta dalla collega spagnola, ha fatto presente che nel conto totale dell’impegno di ciascun Paese non deve risultare solo il contributo monetario, ma anche quello in termini di partecipazione militare. D’accordo su questo punto anche il segretario generale della Nato, Stoltenberg.