ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Datagate: Merkel sentita come testimone davanti alla Commissione parlamentare d'inchiesta


Germania

Datagate: Merkel sentita come testimone davanti alla Commissione parlamentare d'inchiesta

“Non sapevo quanto stretta fosse la cooperazione tra l’attività dell’intelligence tedesca e quella statunitense”: così la Merkel sentita come testimone dalla Commissione parlamentare d’inchiesta sullo scandalo “datagate”. Il caso è esploso dopo le rivelazioni nel 2013 della talpa della National Security Agency Edward Snowden. “Non sapevo”, ha affermato la cancelliera, che l’agenzia di intelligence tedesca (Bnd) avesse aiutato i colleghi statunitensi nella sorveglianza di politici e imprese europee. “Spiarsi fra amici non è accettabile”, ha ribadito davanti alla commissione che da tre anni indaga sulle intercettazioni ai danni del governo. Tra Berlino e Washington calò il gelo nel 2013 quando Snowden diffuse la notizia che il telefono della Merkel era intercettato dagli americani. Le rivelazioni scatenarono un caso diplomatico con gli Stati Uniti, rischiando di incrinare i rapporti con l’amministrazione Obama.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Libano

Hezbollah minaccia Israele dopo l'incontro Trump-Netanhyahu