ULTIM'ORA

Russia sospettata di dotarsi di nuovo arsenale missilistico

La stampa americana accusa Mosca di aver dispiegato sul suo territorio nuovi missili a media gittata in spregio ai trattati internazionali

Lettura in corso:

Russia sospettata di dotarsi di nuovo arsenale missilistico

Dimensioni di testo Aa Aa

La Russia ha davvero dei nuovi missili da crociera sul suo territorio? A dire di sì sono responsabili americani, citati dalla stampa, questo martedì. Da Mosca rimandano sdegnati l’accusa al mittente.

Se comprovato però, questo fatto sarebbe gravissimo, dato che i due Paesi hanno firmato, nel lontano 1987, un trattato che limiterebbe i missili con ogiva nucleare e strategigi e la loro proliferazione.

Da circa 3 anni però, Washington sospetta la Russia di violare questo trattato, mettendo a punto nuovi ordigni a media gittata. Puntati sull’Europa.

Il segretario generale della Nato, Jens Stoltenberg, si è limitato ad affermare che se la Russia non dovesse rispettare gli impegni presi, questo sarebbe un motivo di viva preoccupazione per l’Alleanza Atlantica.

Sempre secondo i media americani, l’amministrazione Obama aveva già inviato degli avvertimenti a Mosca, ma Dmitri Peskov, portavoce del Cremlino, durante una conferenza telefonica questo mercoledì, ha continuato a scagliarsi contro quelle che definisce notizie non vere: “Nessuno ha accusato formalmente la Russia di violare il trattato di non-proliferazione. Le informazioni che sono state citate non offrono nessuna fonte precisa. La Russia ha rispettato, e continua a rispettare, i propri impegni internazionali compresi quelli inerenti il trattato a cui si fa riferimento”.

La situazione è di stallo, visto che il senato americano sembra scettico circa la reale volontà di Putin di ottemperare ai suoi obblighi, e quindi sembra difficile che, in queste condizioni, i senatori possano pensare a un nuovo documento di non proliferazione.