ULTIM'ORA

Lettura in corso:

California: nuove piogge mettono a rischio la tenuta della diga di Oroville


USA

California: nuove piogge mettono a rischio la tenuta della diga di Oroville

In California continuano le operazioni di rilascio controllato dell’acqua dalla diga di Oroville, la più alta degli Stati Uniti, ricolma a causa di un inverno da piogge record.

Con massi è stato rafforzato lo sfioratore di emergenza danneggiato, ma adesso il timore è l’arrivo di nuove precipitazioni, giovedì, prima delle quali le autorità puntano a diminuire di 15 metri il livello del lago di Oroville.

Potrebbero servire due settimane per riportare la situazione sotto controllo durante le quali i quasi 200.000 sfollati dovranno restare nei ripari di emergenza.

Alcuni residenti di Oroville sono ospitati in un centro della Croce Rossa nella vicina Chico.

“Non so quanto sia davvero sicuro, ci sono grandi probabilità che tutto sia sparito quando saremo tornati”, teme una residente di Oroville.

“C’era molto traffico, il caos, molti incidenti – così un altro abitante di Oroville descrive il momento dell’evacuazione – era come se nessuno prestasse attenzione all’altro”.

Il governatore della California Jerry Brown ha scritto al presidente Donald Trump chiedendo l’assistenza del governo federale.

Già dodici anni fa alcune associazioni ambientaliste avevano denunciato che la diga di Oroville, costruita negli anni sessanta, non fosse più a norma.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

USA

Usa: "E' ricattabile dalla Russia", si dimette Flynn