ULTIM'ORA

Angela Merkel vuole rendere "attrattivi" i rimpatri in Tunisia

Berlino chiede a Tunisi di fare la sua parte e si dice disposta a cercare di rendere piû attrattivi i rimpatri dei richiedenti-asilo respinti

Lettura in corso:

Angela Merkel vuole rendere "attrattivi" i rimpatri in Tunisia

Dimensioni di testo Aa Aa

Angela Merkel vuole rendere più attrattivo il rientro in Tunisia per i richiedenti asilo la cui richiesta sia stata respinta. La cancelliera lo ha detto durante un incontro con il premier tunisino Youssef Chaned in visita a Berlino. I due si sono recati a deporre dei fiori sul luogo dell’attentato di dicembre che ha ucciso 12 persone e ne ha ferite oltre 50 compiuto da Anis Amri, proprio un tunisino.

La situazione è molto complicata. Berlino vorrebbe che la Tunisia faccesse da filtro sui migranti che vogliono arrivare in Europa, ma vorrebbe anche liberarsi di quei tunisini a rischio radicalizzazione. La Tunisia, dal canto suo, scarica la responsabilità della situazione sulla vicina Libia, Paese nel caos, che non è in grado di controllare alcunché.

La Merkel si è rifatta alla legge tedesca affermando che “chiunque, pericoloso o no, se non ha un permesso di soggiorno, dopo una decisione delle autorità migratorie tedesche, dev’essere espulso”.

Gli avversari politici definiscono, quella della cancelliera, una mossa elettorale anche perché la Tunisia non sembra avere né i mezzi economici, né la volontà di ottemperare alle richieste di Berlino. La Germania si augurerebbe dei campi in Tunisia, per i migranti, sul modello di quelli che in Turchia dovrebbero accogliere i siriani. Un’ipotesi di cui Tunisi non vuole nemmeno sentir parlare.