ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Le Pen: "Se vinco, basta doppia cittadinaza in Francia"


Francia

Le Pen: "Se vinco, basta doppia cittadinaza in Francia"

La deadline è fissata per il prossimo 23 aprile. In quella data i francesi saranno chiamati ad eleggere il loro nuovo presidente e le diverse linee programmatiche dei candidati cominciano a delinearsi. Specialmente quella della leader del Fron National Marine Le Pen che ha iniziato da Lione la sua campagna elettorale e poi, intervistata dalla Tv di Stato ha rilanciato soprattutto su un argomento. Chiamata a rispondere a una domanda su quello che dovrebbero aspettarsi i cittadini franco-israeliani nel caso di una sua vittoria all’Eliseo, la candidata dell’estrema destra francese ha risposto: “Israele non è un Paese europeo, credo anche che Israele accetti di dirlo e pensarlo. Sono contro la doppia nazionalità extra-europea”.

In sintesi, se la Le Pen dovesse diventare Presidente, per i francesi non sarà più possibile avere un altro passaporto di un Paese al di fuori dell’Unione Europea. Secondo il Le Pen pensiero, questo non significa che,
se non scelgono la nazionalità francese, debbano andarsene dalla Francia. Incalzata dalla conduttrice di France 2 ha detto che “La Francia ha assolutamente la possibilità di accogliere sul suo territorio, incluso per tanto tempo, gente straniera che conserva la propria cittadinanza, a partire dal momento in cui rispetta le leggi e i valori francesi. Raramente – ha concluso la Le Pen – abbiamo avuto problemi con Israele su questo tema”. Sarà invece esclusa la Russia, per quanto non membro dell’Ue, ma, secondo Le Pen, “parte dell’Europa delle nazioni”. In Francia vivono 500 mila ebrei, la più grande comunità europea, e dai 3 ai 5 mila ogni anno emigrano in Israele, anche per le troppe manifestazioni di antisemitismo. Inoltre, con la Le Pen presidente, la naturalizzazione per matrimonio non sarà cosi’ automatica per una intera riforma del sistema per ottenere la nazionalità francese.

IL TWEET DELLA LE PEN

L’esposizione alle polemiche è dietro l’angolo. La famiglia Le Pen pero’ non è nuova ad esternazioni simili. Anni prima il papà Jean Marie venne accusato di antisemitismo e negazionismo, mentre nel 2014 la stessa Marine, parlando pero’ di algerini e marocchini disse non era piu’ tempo della doppia nazionalità.

IL TWEET DELLA LE PEN OSPITE A FRANCE 2

Ma la Le Pen ha già provato a spegnere ogni polemica ribadendo che, se venisse eletta, sarebbe tutto frutto di uno “sfrozo congiunto” per sconfiggere l’estremismo islamista e questo – ha concluso la Le Pen – richiede dei sacrifici.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

mondo

Francia: quattro arresti per terrorismo, preparavano attentato