ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Usa: "No all'oleodotto Dakota", i Sioux scendono in piazza contro Trump


USA

Usa: "No all'oleodotto Dakota", i Sioux scendono in piazza contro Trump

Non solo gli immigrati, anche i nativi americani si schierano contro Trump. Migliaia di persone in tutti gli Stati Uniti scendono in piazza per dire no alla costruzione dell’oleodotto Dakota e in difesa dei Sioux.

A San Francisco alcuni manifestanti sono stati arrestati per aver bloccato l’accesso pubblico a un edificio federale. Manifestazioni sono state organizzate anche a Washington, Chicago e New York.

L’amministrazione Trump ha concesso l’ultimo permesso necessario per completare l’opera e i lavori possono riprendere da subito.

La maxi infrastruttura, dal valore di 3,8 miliardi di dollari, trasporterà petrolio dal Nord Dakota all’Illinois.

L’ok ad andare avanti è arrivato quando sembrava essersi aperto un spiraglio di trattativa fra i Sioux e l’amministrazione. Il capo della tribù della riserva Standing Rock del North Dakota era in volo per Washington quando è arrivato il via libera.

Non è escluso che i nativi americani, con l’appoggio degli ambientalisti, possano presentare appello contro quello che è stato definito uno schiaffo del presidente Trump ai Sioux.

Due palestinesi uccisi al confine tra Gaza ed Egitto, Isil rivendica razzi su Eilat

Gaza

Due palestinesi uccisi al confine tra Gaza ed Egitto, Isil rivendica razzi su Eilat