ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Australia, scandalo pedofilia: il 7% dei preti cattolici accusati di abusi


Australia

Australia, scandalo pedofilia: il 7% dei preti cattolici accusati di abusi

L’Australia s’indigna a dopo le cifre inquietatati rivelate dall’inchiesta più approfondita sulla pedofilia mai condotta nel paese. Il 7 % dei preti cattolici avrebbe commesso abusi su minori dal 1950 in poi. Circa 4.500 persone, fra il 1980 e il 2015, hanno denunciato violenze sessuali su minori commessi da preti o religiosi di 93 istituti della Chiesa cattolica australiana. Le vittime avevano tra i 10 anni e mezzo e gli 11 anni.

“I bambini sono stati ignorati o peggio puniti. Le accuse non sono state indagate. Sacerdoti e religiosi sono stati spostati. Le parrocchie o comunità nelle quali erano stati trasferiti non sapevano nulla del loro passato. I documenti non sono stati conservati o sono stati distrutti. A prevalere è stata la segretezza”, ha detto l’avvocato che assiste la Commissione, Gail Furness, che ha rivelato come la Santa Sede abbia rifiutato di consegnare documenti riguardanti sacerdoti australiani accusati di abusi.

“La Chiesa in Australia prova vergogna e si scusa” è stato il commento del l’arcivescovo di Sydney, Anthony Colin Fisher. I dati della Commissione federale d’inchiesta, che ha indagato per quattro anni, rappresentano un’altra spina nel fianco della Chiesa cattolica.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

mondo

Catalogna, referendum: cronaca di un "braccio di ferro" annunciato