This content is not available in your region

U.S.A.: stop ai divieti "Chi ha un visto entri, da qualunque Paese venga"

Access to the comments Commenti
Di Euronews
U.S.A.: stop ai divieti "Chi ha un visto entri, da qualunque Paese venga"

<p>Il divieto di Trump che ha bloccato gli ingressi dei cittadini di sette Paesi a prevalenza musulmana non è più valido. È ufficiale, lo ha comunicato il dipartimento per la sicurezza nazionale americano, dopo la sentenza del giudice di Seattle James Robart, per molti l’eroe del giorno. <br /> Il ricorso contro era partito dagli Stati di Washington e Minnesota, il giudice di Seattle ha dato loro ragione: non ci sono fatti che supportano la decisione presidenziale, temporaneamente sospesa. Chi ha un visto potrà entrare.</p> <blockquote class="twitter-tweet" data-lang="it"><p lang="en" dir="ltr">Let's Show Respect For Our New Hero, Judge James Robart, Who Just Temporarily Blocked President Trump’s Travel Ban Nationwide!!<br /> <br /> <span class="caps">RETWEET</span>!! <a href="https://t.co/3Zl6CXhkaP">pic.twitter.com/3Zl6CXhkaP</a></p>— Impeach Donald Trump (@Impeach_D_Trump) <a href="https://twitter.com/Impeach_D_Trump/status/827878272725823492">4 febbraio 2017</a></blockquote> <script async src="//platform.twitter.com/widgets.js" charset="utf-8"></script> <p>La Casa bianca ha fatto sapere che ricorrerà contro la sentenza e Donald Trump ha twittato contro ‘l’opinione di un cosiddetto giudice che contrasta l’applicazione della legge e che sarà superata’. </p> <blockquote class="twitter-tweet" data-lang="it"><p lang="en" dir="ltr">The opinion of this so-called judge, which essentially takes law-enforcement away from our country, is ridiculous and will be overturned!</p>— Donald J. Trump (@realDonaldTrump) <a href="https://twitter.com/realDonaldTrump/status/827867311054974976">4 febbraio 2017</a></blockquote> <script async src="//platform.twitter.com/widgets.js" charset="utf-8"></script> <p>Sarà una battaglia contro i mulini a vento, quella del presidente? A prescindere dall’esito del contenzioso legale, che probabilmente arriverà alla Corte Suprema, è impossibile che la regola di Trump non abbia eccezioni. Come la piccola Fatemah quattro mesi, iraniana, malata di cuore, respinta in Oregon dopo il bando, due giorni fa è stata autorizzata a entrare nelgli States per un’operazione già programmata. Come si poteva dirle di no? <br /> Mentre continuano le proteste contro Trump, le compagnie aeree ricominciano a portare negli States i cittadini stranieri a cui il presidente aveva vietato l’ingresso.</p>