ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Trump critica Israele per l'espansione delle colonie

Secondo la stampa conservatrice israeliana, la nuova amministrazione Usa non è d'accordo con il moltiplicarsi degli insediamenti nei territori occupati

Lettura in corso:

Trump critica Israele per l'espansione delle colonie

Dimensioni di testo Aa Aa

La nuova amministrazione statunitense sorprende di nuovo, criticando apertamente Israele e la sua decisione di ampliare i propri insediamenti.

In un comunicato la Casa Bianca afferma che la costruzione di questi insediamenti nei territori occupati non aiuta a raggiungere la pace fra Israele e Palestina.

Dopo aver fatto del sostegno a Israele una delle pietre miliari della sua politica estera, il presidente americano sembra potenzialmente cambiare rotta.

Nel testo si afferma anche che Donald Trump spera di discutere il tema delle colonie direttamente con il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu, il prossimo 15 febbraio a Washington.

Secondo il Jerusalem Post, che parla di un fonti della Casa Bianca, Washington avrebbe intenzione di andare oltre e avverte Israele di interrompere le sue azioni unilaterali he invalidano ogni sforzo di pace in medioriente.

Tutto questo è accaduto dopo un incontro con il Re di Giordania, Abdullah II, giunto a Washington senza un appuntamento ufficiale con il presidente Usa.

Da quando Trump ha preso possesso dello Studio Ovale, Israele ha approvato la costruzione di oltre 6000 nuovi insediamenti in Cisgiordania e a Gerusalemme Est.