ULTIM'ORA

Lettura in corso:

La cantante iraniana Googoosh: gli Stati Uniti sono la mia seconda casa


USA

La cantante iraniana Googoosh: gli Stati Uniti sono la mia seconda casa

Googoosh, 66 anni, è una cantante iraniana che da vent’anni a questa parte non può più rientrare nel Paese. In Iran ascoltare la sua musica non è proibito, purché lo si faccia in luoghi privati, mentre le esibizioni pubbliche (di altri artisti che cantano i suoi pezzi) non sono tollerate.

L’artista, icona LGBT, ha una ‘green card’, l’autorizzazione rilasciata dalle autorità degli Stati Uniti d’America che consente a uno straniero di risiedere sul suolo degli statunitense per un periodo di tempo illimitato. Ma le regole sull’immigrazione volute da Trump potrebbero causarle dei problemi.

Mohsen Salehi, euronews:

L’ordine esecutivo del presidente Donald Trump di vietare l’ingresso negli Stati Uniti a rifugiati e cittadini di sette Paesi a maggioranza musulmana riguarda la vita di migliaia di persone. Tra loro c‘è la superstar della musica iraniana Googoosh, la cui vita e il cui lavoro sono stati sconvolti da questo ordine. Googoosh è collegata con noi da Londra. Lei ha una green card e vive a Los Angeles. Nelle prossime ore partirà per gli Stati Uniti. Non teme che all’arrivo potrebbe essere arrestata o interrogata?

Googoosh:

Ci ho pensato. Certo mi sono state date assicurazioni che non accadrà. Ma posso dire che ho esattamente la stessa sensazione di 37 anni fa, quando nel 1980 dovevo viaggiare da Teheran a Londra e mi attendevo qualcosa di poco piacevole. I miei timori si sono trasformati in realtà. Con il regime islamico al potere, la mia attività artistica ha dovuto interrompersi. Mi hanno proibito di cantare per 21 anni. Pochi giorni fa, quando ho parlato con l’avvocato dell’ufficio immigrazione, ho avuto lo stesso feeling di allora e ho temuto che, ancora una volta, potrò avere problemi all’aeroporto. Gli Stati Uniti sono la mia seconda casa e il mio timore è che mi venga proibito di entrare per il fatto di essere iraniana e perché provengo da una famiglia musulmana.

euronews:

Come si è sentita alla notizia dell’ordine di Trump?

Googoosh:

La stessa sensazione: il rischiare di essere cacciata anche dalla mia
seconda casa. Se verrò cacciata anche dalla mia seconda casa dovrò cercare un altro posto in cui stare. Il mio visto per l’area Schengen scadrà tra pochi mesi. E non posso neppure tornare nella mia prima casa. Se mi cacciassero di nuovo rimarrò sola in una terra di nessuno.

euronews:

Googoosh, grazie. Le auguro un viaggio per gli Stati Uniti sereno, senza problemi in aeroporto.

Googoosh:

Grazie. Spero che le speranze e i sogni di ogni essere umano non vengano distrutti per essere stati fermati alle frontiere.

http://www.middleeasteye.net/news/googoosh-singer-banned-iran-20-years-now-banned-us-1907498691

Link utili:

Googoosh ha in programma un concerto a Orlando, in Florida, il prossimo marzo

Googoosh, regina del pop promuove i diritti dei gay nel suo nuovo video

Googoosh: l’attrice

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

mondo

Il Fillon-gate si complica, e diventa un puzzle per i repubblicani