ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Il Parlamento europeo condanna le restrizioni sui visti imposte da Donald Trump


Redazione di Bruxelles

Il Parlamento europeo condanna le restrizioni sui visti imposte da Donald Trump

Preoccupata per le tendenze della società americana, Federica Mogherini ha riaffermato mercoledì davanti al Parlamento europeo la condanna alle restrizioni sui visiti imposte dal presidente americano. Il dipartimento di Stato degli Stati Uniti ha chiarito ieri che i cittadini europei non saranno colpiti dalle misure previste dal decreto emesso da Donald Trump, anche se in possesso della doppia nazionalità e provenienti dai 7 Paesi a prevalenza musulmana indicati nel decreto presidenziale. “Siamo lieti di questa precisazione – ha affermato il capo della diplomazia europea – ma voglio assolutamente chiarire che ciò non cambia la nostra valutazione generale sull’ordine esecutivo”.
Molto più esplicito invece il liberale Guy Verhofstadt che richiama all’unità per affrontare le minacce interne ed esterne. Per il politico belga bisogna contrastare “un Putin dispotico che vuole sfidare l’Europa, un presidente Trump che ha una visione populista e nazionalista e che vuole disintegrarci, abbiamo al sud la minaccia di quello che viene chiamato islamismo, e abbiamo tutti questi gruppi di persone che vogliono distruggere l’Europa dal suo interno. Possiamo fare una corsa ossia rimanere uniti e combattere insieme”
Ma nell’arena parlamentare c‘è chi invece Trump lo ha difeso a spada tratta, come l’euroscettico Nigel Farage, che in più occasioni ha incontrato il presidente americano.
“Vediamo che la retorica anti Trump proviene da ogni parte – ha affermato in un concitato intervento nel quale non ha perso l’occasione per rispolverare tutto il repertorio anti europeo che gli è valso il titolo di Mr Brexit- ecco come si rivela il progetto europeo: un genuino anti americanismo”
Le voci fuori dal coro degli euroscettici suonano come una nota stonata nel Parlamento europeo che cerca una risposta unita e compatta alle difficoltà che l’Europa deve superare.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Redazione di Bruxelles

"Uniti avanziamo, divisi cadiamo", l'appello di Tusk ai leader europei