ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Balzo dell'inflazione nell'Eurozona, Pil e disoccupazione secondo le attese

Disoccupazione in leggero calo, nuovo balzo dell’inflazione e Pil che sale dell’1,7%.

Lettura in corso:

Balzo dell'inflazione nell'Eurozona, Pil e disoccupazione secondo le attese

Dimensioni di testo Aa Aa

Disoccupazione in leggero calo, nuovo balzo dell’inflazione e Pil che sale dell’1,7%. Il 2017 inizia senza grosse sorprese nell’Eurozona.

Confrontando lo stesso trimestre del 2015, il prodotto interno lordo è aumentato dell’1,8% nei Paesi dove circola la moneta unica e dell’1,9% nell’Unione europea.

I dati relativi all’area euro sono comunque migliori delle attese e la crescita economica è in lieve accelerazione: nel quarto trimestre il Pil è aumentato dello 0,5% rispetto ai tre mesi precedenti.

I dati diffusi da Eurostat vedono anche una nuova diminuzione del tasso medio di disoccupazione nell’area euro che conta 121 mila disoccupati in meno.

Il calo è di un solo decimo di percentuale, dal 9.7% di novembre al 9.6% di dicembre, ma abbastanza per registrare un nuovo minimo da oltre 7 anni.

I livelli di disoccupazione più bassi si riscontrano nella Repubblica Ceca e in Germania. I più elevati, all’opposto, riguardano Grecia e Spagna.

Se si guarda ai giovani, il primato dell’occupazione resta nelle mani di Berlino, mentre l’Italia con il 40,1% fa compagnia a Madrid e Atene.

Se la disoccupazione resta stabile, l’inflazione fa un balzo in avanti, passando dall’1,1% di dicembre all’1,8%, trascinata dai prezzi dell’energia saliti dell’8,1%.

L’obiettivo di “stabilità dei prezzi” della Bce prevede un’inflazione “inferiore ma vicina al 2%” su 18-24 mesi. Ecco perché questo dato potrebbe riaccendere le pressioni da parte degli esponenti più intransigenti del direttorio, per ridurre le misure di stimolo all’economia attuate da Mario Draghi.