ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Parigi cosmopolita...e la sua moda infinita


Cult

Parigi cosmopolita...e la sua moda infinita

Dalla campagna alla città è il percorso stilistico che l’esuberanza di Jean Paul Gaultier traccia sull’ ultima passerella parigina.

Tutto al altissimo livello compresi i giubbotti realizzati con nastro di seta che diventa stoffa dominante. I sandali fioriscono di nuovi colori mentre altra seta dilaga dappertutto. Gaultier è padrone del colore.

La supermodel canadese Coco Rocha ha interpretato la sposa.

La stilista russa Ulyana Sergeenko ha festeggiato la sua decina sfilata al parigino Cirque d’Hiver. Sergeenko aveva sposato il miliardario russo Danil Khachaturov la cui fortuna è stimata a $ 1,65 miliardi di dollari. Due anni fa hanno divorziato. In pole position in passerrella top model Natalia Vodianova.

Il guardaroba è un inno alla femminilità russa in un tripudio di corpetti e gonne, di ombreggiature e colori puri che alludono ad una concreta sensualità. Fra le clienti di Sergeenko la cantante Lady Gaga, la performer Dita von Teese ma non solo.

La designer cinese Guo Pei ha presentato a Parigi la sua primavera estate d’ispirazione fra il gotico e l’arte preraffaellita.

Pei è diventata famosa quando ha vestito di giallo Rihanna per il Met Gala del 2015.

La collezione ha toccato anche una vetta di raffinatezza ecclesiastica ispirandosi ad una visita che la stilista ha compiuto presso la Cattedrale di San Gallo in Svizzera. I tessuti cangianti nei toni cangianti di bronzo e verde sono stati realizzati su misura per questa collezione che trasforma gli abiti in sculture.

L’ex top model Carmen Dell’Orefice, oggi 83enne, ha sfilato indossando uno scenografico abito rosso.

La nostra scelta

Prossimo Articolo
"Forever Project", i sopravvissuti della Shoah si raccontano ai bambini

Cult

"Forever Project", i sopravvissuti della Shoah si raccontano ai bambini