ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Condanna della Mogherini sulle misure anti migranti di Donald Trump


Redazione di Bruxelles

Condanna della Mogherini sulle misure anti migranti di Donald Trump

Contestato e boicottato da molti, l’ordine esecutivo emesso da Donald Trump che blocca l’ingresso negli Stati Uniti di tutti i rifugiati per 120 giorni, riceve da Bruxelles una ferma condanna da parte di Federica Mogherini. Nel suo incontro di lunedì con il ministro degli esteri norvegese, il capo della diplomazia europea ha messo in guardia contro le discriminazioni.
“L’UE crede fermamente in un sistema che si basa su regole e norme internazionali – ha dichiarato- rispettiamo pienamente tutti gli individui indipendentemente dalla loro religione, della loro origine etnica dal loro paese, nazionalità, o sesso. La storia in Europa ci ha mostrato che non conviene investire nelle divisioni e che muri si possono rivelare delle prigioni”
Lo stesso ordine emesso dal presidente americano prevede la sospensione per 90 giorni dell’ingresso di cittadini provenienti da 7 paesi a prevalenza musulmana.
“Per noi smettere di accogliere i rifugiati per 120 giorni è un’opzione che non prendiamo nemmeno lontanamente in considerazione – ha affermato Borge Brende, ministro degli esteri norvegese – non è nei nostri standard”.
Approvazione per il provvedimento di Trump arriva invece dai partiti populisti europei che intravedono in questa drastica misura un esempio che l’Europa dovrebbe seguire per arginare i flussi migratori.
Per Shada Islam, dell’associazione “Friends of Europe”, la posizione di questi partiti indebolisce quella dell’Unione Europea. “All’interno dell’Unione Europea i politici francesi e olandesi stanno ugualmente cercando di adottare un’agenda che possiamo dire xenofoba. Penso che Donald Trump lo sappia e sa che l’Unione europea si troverà in una posizione molto debole anche quando criticherà la politica americana “.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

traduzione automatica

Redazione di Bruxelles

Rifugiati: sulle regole la presidenza Ue cerca il compromesso