ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Spostare l'ambasciata Usa a Gerusalemme? Bravi, dice Netanyahu


Israele

Spostare l'ambasciata Usa a Gerusalemme? Bravi, dice Netanyahu

Il progetto di spostare l’ambasciata statunitense da Tel Aviv a Gerusalemme, mossa quanto mai provocatoria da parte di Washington, ha ricevuto l’imprimatur del premier israeliano Benjamin Netanyahu . Fra gli Stati uniti e Israele è iniziata la tanto attesa luna di miele, dopo l’elezione di Donald Trump alla Casa bianca.

Benjamin Netanyahu ha dichiarato in seduta di governo:

Colgo questa opportunità per dire con inequivocabile chiarezza che la nostra posizione è sempre stata e rimane che la rappresentanza americana dovrebbe trovarsi qui a Gerusalemme. Gerusalemme è la nostra capitale ed è normale e giusto che le ambasciate estere si trovino nella capitale. E non solo la rappresentanza statunitense.

C‘è il piccolo dettaglio che la comunità internazionale non riconosce Gerusalemme come capitale israeliana, ma per Netanyahu Trump ha un sacco di altre buone idee, come quella del muro davanti al Messico.

In un tweet dice: Una barriera anti-immigrazione? Un’ottima cosa, noi ne abbiamo costruite tante e funzionano , assicura il premier israeliano.

Il paese che si ritiene l’unica democrazia del Medioriente ha un muro alla frontiera con l’Egitto e uno più ridotto a quella con il Libano. Cemento armato si trova anche intorno a località della Cisgiordania occupata e verrà realizzato un muro nella valle del Giordano e un altro, anche sotterraneo, al confine con Gaza.

Siria

Siria, riparato l'acquedotto di Damasco danneggiato dai combattimenti